Tecniche strutturali

Stampa PDF

La tecniche strutturali ristabiliscono la mobilità della struttura ossea, muscolare e articolare agendo sulle restrizioni di mobilità che le fissano provocando una sofferenza circolatoria e neurologica nella loro zona di localizzazione. Sono quindi tecniche che oltre ad avere una valenza meccanica di vero e propria liberazione articolare, hanno anche una notevole importanza sul flusso circolatorio e sulla funzionalità degli impulsi neurologici della zona presa in esame, ad esempio la liberazione di una restrizione di mobilità di una vertebra migliora la mobilità meccanica della stessa e nello stesso tempo  migliora gli impulsi neurologici delle stazioni neurovegetative situate ai lati della vertebra che a loro volta innervano un determinato distretto corporeo e la suo torrente circolatorio.  

 

Queste tecniche possono essere dirette, riarticolatorie o ad energia muscolare (per la correzione utilizzano l'azione dei muscoli). Hanno un'influenza oltre che meccanica anche neurologica perché favoriscono l'emissione di corretti impulsi dalle e alle terminazioni nervose della parte trattata.

Tuttosteopatia.it

Banner

Registro Osteopati d'Italia

Banner

Associazione Romana di Psicologia e Sessuologia

Banner